Giandil su Tolkieniana Net

Giandil su Tolkieniana Net

Un giovane, fresco e originale ramingo cantastorie è entrato a Rivendel: Giandil, al secolo Giacomo D’Alessandro, classe 1990, è un ragazzo impegnato su più fronti: laureato in comunicazione a Pavia, blogger, cantautore, scrittore, poeta, animatore, volontario, trova anche il tempo di amare Tolkien e la natura, di collaborare più volte con Giuseppe Festa e i Lingalad, e anche di  realizzare Andata e Ritorno, un album di 14 canzoni con testi e musica tutt’altro che banali, “un viaggio in musica ispirato a Lo Hobbit di Tolkien, con Nani, Elfi, Uomini e Stregoni. La ricerca di un tesoro attraverso terre che rivelano la bellezza della natura”.

Andata e Ritorno

Un disco composto, suonato, registrato e prodotto da giovani di Genova, Milano e Monza, tutti (o quasi) sotto i 30 anni; prodotto a costo zero con l’apporto volontario di circa 20 tra musicisti e collaboratori; registrato quasi completamente tra case di campagna, montagna e città, ospiti di amici, spostandosi con strumenti e microfoni in vero e proprio stile viandante (come ha evidenziato Claudio Cabona su Il Secolo XIX del 22-1-2015); pubblicato come lavoro indipendente, con la scelta forte di non depositarlo in SIAE grazie alla tutela alternativa offerta dal portale Patamu; un’opera che vede la partecipazione amichevole del musicista e scrittore Giuseppe Festa dei Lingalad, tra i più famosi “bardi tolkieniani” in Italia.

Andata e Ritorno raccoglie 14 canzoni composte nel 2012 da Giandil, Giacomo D’Alessandro, genovese classe 1990, alla sua prima pubblicazione musicale, nata per rievocare le atmosfere del libro Lo Hobbit che è stato definito “la più bella fiaba del Novecento” e oggi nuovamente alla ribalta grazie alla trilogia cinematografica di Peter Jackson. Un omaggio a Tolkien ma soprattutto ai messaggi più attuali e significativi del suo ampio e approfondito lavoro, che continua a tenere banco in tutto il mondo per migliaia di appassionati.

A proporre tutto questo in un sound acustico cantautorale intriso di folk ed irish, sono insieme a Giandil i musicisti:

  • Guglielmo Cassinelli (mandolino, bouzuki), autore anche di arrangiamenti e registrazioni
  • Jacopo Soler (arrangiamenti e fiati)
  • Mattia Ciuffardi (percussioni)
  • Maddalena Soler degli Alzamantes (violino)
  • Michele Marino Gallina, autore delle registrazioni al clockworkstudio (Monza) e di editing, mixing e mastering.

Hanno inoltre collaborato:

  • al contrabbasso Fausto Ciapica dei Cartabianca
  • al contrabbasso Roberto Robotti
  • al flauto Dario Gisotti dei Winterage
  • al flauto Giuseppe Festa dei Lingalad
  • alla fisarmonica Stefano Cocorullo degli Used Cars
  • agli archi le Four for Quartet
  • alla chitarra Bacci Del Buono
  • alle voci Rocco Mennella, Mariagiulia Mensa, Davide Congiu, Fabio D’Angelo e Alessandro Romi del Teatro Akropolis.

Il disco, recensito nel libro antologia Tolkien rocks di Fabrizio Giosué (Arcana 2015), è disponibile sul sito ufficiale e sui principali store online.

L’album è stato finora presentato a Genova, Bologna, Verona e Roma.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE