skip to Main Content

GLI ARAZZI DI AUBUSSON /4: Glórund parte alla ricerca di Túrin

Gli Arazzi di Aubusson
1. GLI ARAZZI DI AUBUSSON /1: “Bilbo arriva al villaggio degli Elfi Barcaioli”
2. GLI ARAZZI DI AUBUSSON /2: “Bilbo si sveglia accanto all’aquila”
3. GLI ARAZZI DI AUBUSSON /3: “Le Sale di Manwë – Taniquetil”
4. GLI ARAZZI DI AUBUSSON /4: Glórund parte alla ricerca di Túrin
5. GLI ARAZZI DI AUBUSSON /5: “La trappola dei Troll”
6. GLI ARAZZI DI AUBUSSON /6: “Le lettere di Babbo Natale”
7. ARAZZI DI AUBUSSON: saranno più di quattordici

di Noemi Frulio


Eccoci dunque ad ammirare un altro arazzo del ciclo di Aubusson: Glórund parte alla ricerca di Túrin (Glórund sets forth to seek Túrin) presentato il 5 Ottobre 2018 assieme a Halls of Manwë – Taniquetil, precedentemente trattato in questo articolo.

Il carton dal quale è tratto è un omonimo acquerello del nostro stimato professore. Dipinto nel Settembre del 1927, è postumo di qualche anno rispetto alla composizione della vicenda rappresentata. La scena realizzata dagli incredibili artigiani di Aubusson vede Glórund lasciare le caverne dei Rodothlim. Questa versione della storia è la più vecchia cronologicamente a comparire nel legendarium. È stata composta da Tolkien nel 1919 come parte di The Book of Lost Tales, i cui testi sono stati pubblicati da Christopher Tolkien dieci anni dopo la dipartita di suo padre. Questa versione, che qui di seguito è riassunta, ovviamente presenta alcune differenze rispetto al racconto pubblicato nel relativo capitolo de Il Silmarillion e il più esteso I Figli di Húrin del 2007.

(segue a p. 2)

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *